Riflessioni sull'università

Torino, 5 ottobre 2010

Alcuni mesi fa ho sentito l’esigenza di dare una forma organica alle mie riflessioni sullo studio della letteratura all’Università, e sulle possibilità di formazione che una Facoltà di Lettere e Filosofia sarebbe in grado di offrire se venisse rinnovata, così da essere all’altezza del nostro tempo.
Inizialmente il mio testo ha avuto una circolazione privata. Le reazioni, generalmente positive, che ha suscitato mi hanno convinto a renderlo pubblico. Chi è interessato a esprimere una propria valutazione, il proprio sostegno o le proprie critiche, può scrivere all’indirizzo del sito.
Ringrazio in anticipo chiunque vorrà contribuire alla diffusione e alla discussione di questo documento di lavoro,  e delle proposte che esso contiene.

Che cos'’è la teoria della letteratura

Fondamenti e problemi

Torino,  15 ottobre 2009

È da tempo che penso di scrivere un testo, non troppo esteso, per indicare le linee principali della mia ricerca, nella sua coerenza e nelle sue virtualità. Per vari motivi, il progetto è stato sempre differito; e anche adesso ne presento solo una parte, un frammento.

Questo frammento si riferisce alla teoria della letteratura. E’ nato da alcune conversazioni con Richard Ambrosini, a proposito del libro che ho pubblicato presso Einaudi nel 2006. L’ho scritto nella forma di un’autopresentazione; credo lo si possa considerare un ‘manifesto’, un manifesto breve, su che cos’è la teoria della letteratura, e sulla sua importanza in un’epoca come quella attuale, dominata dall’anti-teoria e dai retro-studies.

Mi auguro che altri possano condividere e sviluppare la visione e le tecniche che si possono apprendere dai classici del XX secolo, e che ho cercato di rendere accessibili.

Dedico queste pagine a Richard, che mi ha offerto gli stimoli per scriverle e poi è stato così generoso da tradurle in inglese.

x

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Maggiori informazioni